Baccalà come non ti ricordi

Baccalà come non ti ricordi.

Un tempo il baccalà era a Roma un acquario di tutte le salsamenterie. Si affacciava alla porta per salutare. Un saluto che apriva a varie ricette.

Spesso, come qui (al presente) al Salario, con un suggerimento di preparazione.

Ce n’era tanto e si affiancava a consumi molto prudenti di pesce. Per i costi più contenuti il baccalà finiva per rappresentare un buon piano B. Il piano Baccalà. Pesce a buon mercato. Dissalato e pronto alle pentole. Prima che il Nordico fosse un life style ricercato, copiato.

Ogni tanto Roma lascia la traccia viva di qualche ricordo. Come in questo caso.




Condividi

Ti piace quello che facciamo? Ti prego, spargi la voce!