Donne al Palaexpo

A Palazzo delle Esposizioni, Mattatoio e Macro Asilo si celebra il talento artistico delle donne.

Raccontare la donna e le sue battaglie contro i regimi autoritari e la violenza domestica, le storie di emancipazione, di rivalsa e di libertà. Nel mese di marzo l’Azienda Speciale Palaexpo invita visitatrici e visitatori a una riflessione non solo sull’arte femminile ma sul femminile nell’arte e nella società. Una serie di appuntamenti per dar voce alle donne e per celebrare non soltanto il loro talento, ma anche la loro visione del mondo.

Oltre 20 eventi tra incontri, performance, esibizioni, conferenze in cui la donna è al centro della dialettica negli spazi di: Palazzo delle Esposizioni, Mattatoio e Macro Asilo.

“A marzo le donne saranno al centro di una serie di iniziative dedicate a temi come la violenza, l’emancipazione e la resilienza nell’arte. Gli spazi dell’Azienda Speciale Palaexpo diventeranno un luogo di confronto aperto, in cui l’arte sarà mezzo di dialogo, di conoscenza e di relazione per chi parteciperà agli eventi. Ospiteremo molti appuntamenti tra cui le lectio magistralis di Elina Chauvet e di Francesca Guerisoli, le performance di oltre 50 artiste e la mostra UNCUT sulla mutilazione genitale femminile. Ricordo inoltre che, fino al 22 di aprile, Palazzo delle Esposizioni ospita la video istallazione “Manifesto” di Julian Rosefeldt in cui è protagonista l’attrice Cate Blanchett che utilizza la sua voce e la sua immagine come espediente in grado di declinare in modo inedito i testi, assertivi e prevalentemente scritti da maschi, tratti dai manifesti delle avanguardie del ‘900”, dichiara il presidente dell’Azienda Speciale Palaexpo, Cesare Pietroiusti.




Condividi
error

Ti piace quello che facciamo? Ti prego, spargi la voce!