Donne al Palaexpo

A Palazzo delle Esposizioni, Mattatoio e Macro Asilo si celebra il talento artistico delle donne.

Raccontare la donna e le sue battaglie contro i regimi autoritari e la violenza domestica, le storie di emancipazione, di rivalsa e di libertà. Nel mese di marzo l’Azienda Speciale Palaexpo invita visitatrici e visitatori a una riflessione non solo sull’arte femminile ma sul femminile nell’arte e nella società. Una serie di appuntamenti per dar voce alle donne e per celebrare non soltanto il loro talento, ma anche la loro visione del mondo.

Oltre 20 eventi tra incontri, performance, esibizioni, conferenze in cui la donna è al centro della dialettica negli spazi di: Palazzo delle Esposizioni, Mattatoio e Macro Asilo.

“A marzo le donne saranno al centro di una serie di iniziative dedicate a temi come la violenza, l’emancipazione e la resilienza nell’arte. Gli spazi dell’Azienda Speciale Palaexpo diventeranno un luogo di confronto aperto, in cui l’arte sarà mezzo di dialogo, di conoscenza e di relazione per chi parteciperà agli eventi. Ospiteremo molti appuntamenti tra cui le lectio magistralis di Elina Chauvet e di Francesca Guerisoli, le performance di oltre 50 artiste e la mostra UNCUT sulla mutilazione genitale femminile. Ricordo inoltre che, fino al 22 di aprile, Palazzo delle Esposizioni ospita la video istallazione “Manifesto” di Julian Rosefeldt in cui è protagonista l’attrice Cate Blanchett che utilizza la sua voce e la sua immagine come espediente in grado di declinare in modo inedito i testi, assertivi e prevalentemente scritti da maschi, tratti dai manifesti delle avanguardie del ‘900”, dichiara il presidente dell’Azienda Speciale Palaexpo, Cesare Pietroiusti.




Condividi

Ti piace quello che facciamo? Ti prego, spargi la voce!