Fausto Delle Chiaie

Ritratto di un artista. Fausto Delle Chiaie e la sua galleria all’aperto.

È un pomeriggio di maggio e cammino facendo dondolare la mia Reflex al collo.
Mi muovo verso il museo dell’Ara Pacis. Non so se voglio fotografarlo, in realtà solo rivederlo ancora e ancora. Guardare il travertino e il vetro sfidare il cielo e le macchine, i turisti e il Tevere sottostante. Controllare se l’opera di Richard Meier resiste al tempo e alle critiche. O se mostra la corda. Quindi sto guardando da qui.

Ma delle macchie di colore spostano subito il mio sguardo dal bianco sulla destra al muretto grigio sulla sinistra.

2

“Ma cos’è?” Anzi “Ma che è?” (se uno vuole chiederselo più alla romana…)
È arte? Ma… L’Arte? Rubbish!

9

3

7

5

copertina

10

Ho camminato lungo tutto il muretto che fiancheggia il museo. Ho fotografato senza prendere fiato fino al Riccarduccio seduto a fare la sua pipì. E in quel momento arriva lui. “Sono io l’artista!”.

13

Penso “Ops! Forse dovevo chiedere prima di fotografare tutto!”. Invece no, lui ha un meraviglioso sorriso e mi fa i complimenti per aver scattato ad ogni piè sospinto. Parliamo molto ma adesso mi sembra inutile spendere altre parole che comunque non potrebbero descrivere puntualmente la poesia di questo incontro. Sto solo tenendo fede alla promessa che gli avevo fatto di far vedere e conoscere le opere che avevo fotografato (le opere erano molte di più ma senza voler far torto alle mancanti ne ho selezionata solo una parte).

Prima che vada via mi regala orgoglioso la sua posa simbolo (la foto della copertina di questo “persone” su di lui).

12

E poi, salutandomi, estrae dalla tasca della giacca un altro dono per me. Eccolo ora appoggiato sulla libreria della mia casa.

IMG_20151001_075435

IMG_20151001_075233

NB Tutte le foto delle opere sono mie. Tutte le opere sono dell’artista Fausto Delle Chiaie.