invettive

Contro le insegne delle farmacie

Invettiva contro le insegne delle farmacie.





Contro le insegne delle farmacie

Il mondo si mette in fila per un’aspirina o un cachet sotto la stroboluce che compone una croce verde su cui si arrampica il serpente di Esculapio. Una discoteca? No, anche se potrebbe sembrarlo, come pure il voucher della sanità pubblica o il foglietto su cui un medico ha scarabocchiato una criptopozione che un barman vi servirà in gocce o compresse.




Founder e direttore di "Perdersi a Roma" collabora con Il Messaggero, il venerdì e Nuova Ecologia. Ha pubblicato libri di prose, poesie e narrativa di viaggio tra cui "Letti" (Voland), "AmoRomaPerché" (Electa-Mondadori), "La gioia del vagare senza meta" (Ediciclo), "Fùcino" (Il Sirente) e "Il mondo nuovo" (Mimesis).