I still remember how it was before – My Dog Sighs (in Via E. Morosini)

Inaugurata l’opera “I still remember how it was before” di My Dog Sighs per Forgotten Project. Lo sguardo dell’artista britannico sul Nuovo Regina Margherita.

L’ospedale trasteverino ospita il primo intervento della seconda edizione del progetto di arte urbana nato per rivendicare il valore del patrimonio urbano.

Uno sguardo nuovo sulla città, su Trastevere e sulle strutture sanitarie della Capitale. Lo street artist inglese My Dog Sighs presta la sua arte a Forgotten Project intervenendo sul muro di cinta del Nuovo Regina Margherita della ASL Roma 1, in Via E. Morosini.

L’opera, intitolata “I still remember how it was before”, si lega fortemente al luogo che la ospita. Dopo aver approfondito gli aspetti architettonici, antropologici e sociali dell’edificio e le sue trasformazioni nel corso del tempo, My Dog Sighs ha dipinto 540 dei suoi iconici occhi, in cui si riflette il muro stesso e lo skyline di Roma.

Lo street artist di Portsmouth ha voluto lanciare una open call sul territorio e ha inserito negli sguardi anche la silhouette di persone che sono legate all’ospedale. “Ogni occhio racconta la storia della comunità e del luogo che si è preso cura di ognuno di loro. Forgotten Project è un’iniziativa affascinante, e per dipingere il muro era assolutamente necessario comprendere sia la location che la comunita” – ha raccontato My Dog Sighs.

Un programma di eventi ha aperto la strada per l’inaugurazione di sabato 17 marzo, che ha visto una grande partecipazione di pubblico. Dopo il tour degli ospedali del centro di Roma, dal Santo Spirito al Nuovo Regina Margherita passando per il San Gallicano, Forgotten Project ha voluto omaggiare My Dog Sighs organizzando il primo Free Art Friday di Roma: i cittadini, camminando per le strade di Trastevere, hanno potuto portare a casa gratuitamente le circa 200 opere inviate da artisti sia locali che internazionali. Un modo di coinvolgere gli artisti e cittadini, chiamati a osservare con maggiore attenzione ciò che li circonda.

L’opera di My Dog Sighs è stata portata anche su carta, con una serie in edizione limitata di serigrafie rifinite a mano dall’artista. Le serigrafie, disponibili sul sito www.forgottenproject.it aiuteranno a finanziare il progetto, che proseguirà con altri tre interventi artistici ad opera di grandi nomi della scena britannica: Lucy McLauchlan, Dan Kitchener e Phlegm.

© FORGOTTEN project




Condividi

Ti piace quello che facciamo? Ti prego, spargi la voce!