Il senso di Millo per Pescara

Lo street artist Millo torna nella sua Pescara e lascia un segno grafico importante. Comunicazione e foto del CollettivoPepe che ringraziamo.

Ritorna a Pescara l’artista pugliese Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo, realizzando un murale nella città in cui è nato artisticamente e da cui è partito alla volta dei cinque continenti.

A Pescara infatti, l’artista ritorna a dipingere dopo vent’anni e lo fa in grande stile su una superficie di più di 190 mq.

Millo torna a casa dunque e sceglie di lavorare in contrada Fontanelle, per farsì che i riflettori vengano puntati in una zona decentrata della città.

Una donna, un trita-carne di ricordi ed una camera per ragazzi al centro dello scenario metropolitano sterile e alienante dei giorni nostri.

Con colori primari, pennellate fugaci, tratti essenziali, l’opera di Millo “Dream” parla di tradizioni, di sogni e di speranze, malgrado il grigiore delle città contemporanee, popolate quasi esclusivamente da palazzoni e automobili.

La direzione artistica è stata affidata al Collettivo Pepe, punto di riferimento per il territorio in tema di creatività e sensibilità urbana.

Gli organizzatori, dopo la recente esperienza con lo Street Art Festival a Città S.Angelo e il consueto appuntamento annuale con Behance Portfolio Review, sono stati alle prese con l’organizzazione di uno dei più grandi murales mai realizzati da Millo.

Chi è Millo.
Nato a Mesagne (BR), dopo gli studi di architettura, porta avanti una personale ricerca estetica nel campo della pittura, concentrandosi sul rapporto tra individuo e spazio urbano, alternando macro e micro scala. I suoi personaggi infatti, esageratamente sproporzionati in rapporto allo scenario in cui vengono inseriti, rappresentano l’essere umano nella sua condizione solitaria nella metropoli. Tecnica a pennello, bianco e nero con sprazzi di colore, per rappresentare un mondo, i tanti mondi di Millo (#milloland). Ha dipinto in Russia, Cina, USA, Australia, Thailandia, Argentina, Cile, Marocco, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Paesi Bassi, Polonia, Lituania, Bielorussia, Ucraina e, naturalmente, l’Italia. Le sue opere sono state esposte a Los Angeles, Chicago, Berlino, Londra, Amsterdam e in diverse città d’Italia.
– http://www.millo.biz/