• photo trouvée

    Scugnizzi e vicoli

    Scugnizzi e vicoli. Questa foto è tratta da “Così lontana, così vicina” di Pier Luigi Razzano (Edizioni Intra Moenia). Dei ragazzini giocano in una scalinata di Napoli.




  • photo trouvée

    Ascolto

    L’ascolto attento, l’ascolto distratto, il fotografo da convegni intercettato da uno sguardo, il rigore dell’abito da cerimonia quando la cerimonia è lavorativa. La moquette della sala-albergo, le montature di tartaruga, l’occhio imbarcato nel sonno o nell’attesa della pausa-caffè e i mocassini lucidati, le cravatte a fazzoletto, l’invernale velluto e i principi di galles. Poi i bambini adulti e gli adulti adulti perché c’è sempre da imparare e bisogna crescere da subito.




  • photo trouvée

    Via Nazionale con alberi e carrozze

    Ecco come appariva via Nazionale verso fine Ottocento con carrozze trainate da cavalli e alberelli che stentano a crescere. Sullo sfondo la chiesa di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri, a destra San Paolo dentro le Mura. La foto è scattata da un palazzo lì sulla destra (scendendo) subito dopo via Quattro Fontane. Una dama a passeggio, il solito ragazzino che attraversa e un uomo senza giappa. Sulla destra della foto scavi immancabili, mucchi di terra. Viabilità all’inglese: si sale da sinistra. Il cappello non è un optional.


  • photo trouvée

    Dentro il colonnato

    La scritta dietro dice Roma, una parola che non si capisce, 1951. Ognuno guarda in una direzione diversa. Forse il fulcro sta non nell’obbiettivo ma in un gruppo di persone tra cui qualcuno che tiene in mano la macchina e scatta. Ognuno parla o scherza con qualcun’altro. Tre hanno il cappotto – dunque è freddo, uno forse lo ha affidato a qualcuno nel gruppo dietro la macchina. Il colonnato di San Pietro contiene tutto come una parentesi tonda e la fontana zampilla. Il mondo degli anni 50 svela il proprio serioso fascino glamour in paletot doppio petto e cinte. Posare per la foto è un atto squisitamente pittorico che non può che conoscere la stasi. Il nemico è il movimento, il rischio è la distrazione, il sommo male la brutta composizione.




  • photo trouvée

    Gita esotica

    Sembra una gita esotica quella che ha trovato al mercato di Palmiro Togliatti Marco Petrella (che ringraziamo per averla condivisa con noi). C’è una damnatio memoriae a sinistra sotto forma di uno strappo verticale e una sottrazione dello strato dell’immagine. Tre (quattro) donne in vacanza con i pantaloncini a palloncino e cappelli da sole. Un pulmino-droga (come qualcuno soprannominava il vecchio Volkswagen) con il cassone sembrerebbe per il trasporto di cose più che di persone (dove alloggiavano le pulzelle?). Un uomo che sembra un po’ dimesso che forse lo guidava sta lì in piedi e neppure guarda chi scatta. L’albero a destra e tutto un po’ respira esotismo. Difficile pensare a dove e come sia stata scattata l’immagine. Se dietro la foto ci fosse una donna anche lì potremmo pensare a un “noi viaggiamo da sole” d’altri tempi.