La Capria, a voce

Sull’ultimo numero de “l’immaginazione” (il 315) c’è un “A Raffaele La Capria” a cura di Anna Grazia D’Oria che merita la lettura. (Ringraziamo l’editore Manni per la concessione del testo e dell’immagine inclusa nella rivista). (…) Gli chiedo come passa le giornate. “Non esco più, ma ho la terrazza con le piante che curava Ilaria. continua a leggere

Fraturno

Citiamo dei versi dalla nuova raccolta di Claudio Damiani “Endimione” (interno poesia). Ora mi viene in mente la scuola delle suore a Roma, è una mattina grigia intingo il pennino nel calamaio e scrivo, ho cinque anni, faccio la primina, ora invece mi vedo nella casa di Mandela con Beata, in quella grande sala e continua a leggere